Contenuto principale

RISTORANTE 'DUE CAMINI': L'OSPITALITA' FIRMATA FRANCA E LUCIA MERZ

ALTOPIANO DI PINE' NEL CUORE DEL TRENTINO: al 'DUE CAMINI' UN LOCALE DA VISITARE E DA VIVERE

A mille metri di quota, nello splendido scenario dell'Altopiano di Pinè, a nordest di Trento, esiste un ristorantino, con annesse accoglienti camere per un salutare soggiorno, per famiglie, e per solitari navigatori del mondo.


 Un piccolo locale che merita la nostra attenzione per l'ottimo rapporto tra qualità e prezzo.
Anima di questo luogo incantevole, caldo e riposante, una coppia straordinaria: Lucia e Franca Merz, madre e figlia, che fanno grande cucina nel rispetto di variegate tradizioni e tendenze. Ritrovo di buongustai che apprezzano la genuinità delle cose buone della montagna: dai funghi alle delizie degli alpeggi, alla scoperta di piatti che hanno storie emozionanti da narrare. Genuinità e fantasia rese materia nobile da un ‘mestiere’ consolidato che disvela i suoi intriganti richiami a tavola, palcoscenico di sapori e profumi, per gratificazioni che lasciano il segno.
Quanto sopra per l’impegno quotidiano delle due protagoniste e del loro staff.

Al Due Camini, Lucia Balbo Merz e sua figlia Franca fanno cucina e offrono ospitalità globale di ottimo livello, tanto che lo frequentano amanti del buon mangiare, del buon bere ma soprattutto dello stile improntato sull'accoglienza familiare ligia alle regole.


Il Due Camini, che dispone anche di una decina di camere, può sembrare un nobile ostello di montagna, ma punto di forza è anche il ristorante dove la cucina raffinata e di qualità riflette ltre culture: piemontese, francese e trentina.

Se le basi fanno parte di queste tradizioni specifiche, Lucia Merz crea anche opere gastronomiche migliorando le ricette originali, adeguandosi ai gusti e ai nuovi stili di vita a tavola.

Pasta fatta in casa nelle varie proposte come pappardelle, tagliolini, tagliatelle, gnocchi, ravioli, strangolapreti. Poi le zuppe, alcune di provenienza francese come la 'Soupe aux oignons', l'orzo in zuppa alla moda trentina e altre piacevolezze.
Tutto segue regole memorizzate nel bagaglio culturale delle due protagoniste. Molti gli antipasti a base vegetale o animale.

I primi che spaziano tra le varie culture: da quelli raffinati a quelli che sanno di montagna come le polenta con funghi o cacciagione, sono quanto di meglio si possa trovare in giro.
I secondi comprendono carni di vario genere, dalla cacciagione, ai volatili di cortile, di cui emblema è l'anatra all'arancia nella quale si ravvisa lo stile che impose Caterina de' Medici alla corte di Francia.

Le materie prime vanno dalle paste fresche fatte in casa, alcune con ripieni di ogni ben di Dio come carne, ricotta, verdure o zucca, alle minestre che risentono della cultura tipica dei 'cenacoli' di montagna.

Camoscio e cervo, maiale e pesce di acqua dolce, e poi elaborazioni di verdure e legumi in una girandola di proposte che sarebbero invidiate dai cuochi di corte tanta è la varietà delle soluzioni gastronomiche.

Franca, sommelier professionista sceglie i prodotti, girando piazze e mercati.
L'olio extravergine di oliva, ad esempio, lo sceglie tra le proposte più significative degli oliveti della zona trentina del Garda.

Per i vini, li degusta visitando mostre specializzate, o cantine in Italia o all'estero.
Franca Merz la cantina le tiene aggiornata e la sua lista vini è essenziale, non come un romanzo spesso illeggibile o difficile da consultare.

Sono poco più di 150 le etichette che rappresentano il meglio della nostra enologia a comiciare da alcuni grandi trentini, e quella di Francia, Spagna, California e Austria.
Apprezziamo, ed è cosa rara, il ricarico limitato sui vini.

La cucina, o meglio la ristorazione di qualità nel senso letterale della parola dipende direttamente da Mamma Lucia che compie 82 anni, e lavora ancora, aiutata nei giorni di punta da alcuni collaboratori.

Ma è lei la 'la regina'' di questo piccolo regno gastronomico, che trasforma in deliziose razioni materie prime che la Franca garantisce approvvigionandosi direttamente con competenza.

Fornitori fissi da anni per alcune derrate come i grandi formaggi, o le carni, il resto Franca Merz lo va a scoprire tra le proposte più interessanti che i mercati specializzati offrono agli operatori della grande ristorazione.



I NUMERI DEL 'DUE CAMINI

Una sala più intima da 50 posti a pianterreno
Una sala grande da 90 posti circa al secondo piano.

Alcune delle proposte della cucina

20 Antipasti
12 Primi piatti asciutti di pasta fresca
3 Primi piatti asciutti tipici come polenta
10 Primi piatti formati da minestre e zuppe
15 Secondi piatti a base carne, cacciagione, volatili da cortile
5 Secondi piatti a base pesce di acqua dolce
6 Secondi piatti, di pesce fresco di mare (su ordinazione)
10 Contorni tradizionali verdure crude e cotte
6 Preparazioni speciali a base vegetale

Alcuni dei Vini in lista sempre disponibili

Bianchi regionali Trentino/Alto Adige 30
Bianchi italiani 18
Bollicine Charmat 4
Bollicine italiane metodo classico 8
Rossi regionali 10
Rossi altre regioni 25
Vini esteri 20
Vini da dessert nazionali 12
Oltre ad una selezione di Grappe e distillati vari